30Mar

Il percorso della paura

La paura ha un suo percorso. Quello che eviti crea la paura, quello che affronti, il coraggio.

Quando eviti qualcosa, questa cosa acquista potere oscuro, cresce e si trasforma. La paura diventa quindi ansia, l’ansia fobia, la fobia panico. Per inverso, quello che affronti diventa sicurezza, coraggio, consapevolezza.

Un  giorno a tavola, il piccolo figlio di un mio caro amico, disse, a me ed il padre – fedelissimi della mela morsicata – ”il Mac fa schifo”. Visto che voglio sempre cercare di capire il significato profondo di quello che mi dicono le persone, risposi ”Interessante Simone, fammi capire per quale motivo dici questo”. Allora, dopo una pausa, breve ma lunghissima ”Perché è difficile da usare”. Continuando a fare domande, capii che Simone intendeva ”non mi piace perché non lo conosco”. Ecco, questo per dire che evitiamo di fare delle cose per il solo fatto che, ignorandole, ne abbiamo in qualche modo paura.

Cosa stai evitando di fare nella tua vita?

In fondo, tutti evitiamo di fare qualcosa. Abili manipolatori di scuse, ci illudiamo dicendo: ”Questo non so farlo, non mi piace” o peggio ”Non ci riesco perché sono fatto così” . Certo che abbiamo sempre la libertà di scegliere, fare ed essere, ma non tutti siamo coscienti di quanto la nostra capacità pragmatica è messa a repentaglio da queste trappole mentali.

Cosa stai evitando di fare in questo momento? Quali sono le scuse che ti stai raccontando?

Come il nostro corpo si adatta compensando le conseguenze naturali della vita motoria (infortuni, carenze, abitudini), così la nostra mente evita il dolore spianando la strada alla paura. Che paradosso. Per evitare il dolore presunto creiamo sofferenza vera, ma non eravamo esseri perfetti? Una mia cara amica risponderebbe ‘perfettibili’. Motivo per il quale, individuato il percorso, possiamo sabotare la paura.

  • Fai il lavoro che hai sempre desiderato fare? Se la tua risposta è no, perché (cazzo)? = Paura della povertà? Paura di non essere all’altezza? Paura di non meritarti tanto? Paura della supercazzola della ‘crisi’?
  • Vivi la relazione che avresti sempre voluto vivere?  Se la tua risposta è ancora no, perché (cazzo)? = Paura di rimanere da solo? Paura di essere troppo vecchio per rimetterti in gioco? Paura di quello che penserebbero le persone? Paura di non meritarti di meglio?
 Come vincere la paura

Intanto, accendo la luce e guardo sotto il letto. Mi faccio ‘grosso’, sorrido e spavaldo la ricerco. Dove sei fottuta paura?Per troppo tempo mi hai limitato. Adesso però facciamo i conti, non scappo più.

La maggior parte delle paure che abbiamo, sono supercazzole che non si avvereranno mai.

Vinci la paura affrontandola. Sviluppa l’abitudine di fare, soprattutto quando vorresti evitare. In quei momenti in cui il sangue ti fluisce incandescente o quando sei fermo, freddo e immobilizzato.

Ti auguro una vita piena, senza paure e surrogati. E quando terrorizzato crederai di non avere alternative, ricordati che qualcuno al mondo, prima di te, ha superato quello che stai vivendo . E tu, non hai niente di meno di nessun altro, ripetilo sempre.

Ora torno a guardare sotto il letto, ho cambiato stanza.

A presto, che non sia tardi!

[pezzo consigliato dopo la lettura]

 

Share this Story

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

© Copyright 2013, Tutti i diritti riservati