6Apr

Ipnotizzati dalla vita

Questa mattina, quando ti sei svegliato, quali sono le prime cose che hai fatto? Come sei sceso dal letto? Qual è stato il tuo primo pensiero? Qual è stata la tua prima azione?

Come fai le cose di tutti i giorni? Forse uguali, forse stai dormendo, forse è meglio svegliarsi…

La migliore strada può diventare la tua peggiore opzione

Quando ritorni  a casa, improvvisamente, cambia strada. Fai pure quella che detesti, quell’incrocio che vorresti evitare, quel semaforo che non cambia mai di colore. Quando prendiamo una decisione, che sia un tragitto o un modello di comportamento in generale, la stabiliamo in un determinato momento. E’ chiaro che optiamo sempre per la migliore soluzione che pensiamo di avere a disposizione. Magari è l’opzione ‘migliore’ che abbiamo in quel determinato momento, ma spesso, non lo sarà per sempre.

Di colpo, un giorno, cambi strada e ti rendi conto che hanno aperto un nuovo svincolo. Il tuo vecchio percorso è ormai una triste ‘allungatoia’. Il nuovo tragitto, è veloce e se alzi lo sguardo intravedi nuovi affascinanti orizzonti. Senza che tu te ne accorgessi, continuavi a fare la strada più lunga. Cambiare ci spaventa, cazzo.

Quale strada stai percorrendo ora?

Perché fai quello che fai? Perché continui a fare quel lavoro che non ti piace? Perché ti ostini in quella storia che ti fa male? Chi guida la tua ‘macchina’?

Fino a quando non saremo consapevoli di automatizzare troppo spesso la nostra intera vita, non riusciremo ad uscire dai meccanismi alienanti. Fino a quando, un giorno, su un letto molto duro, ci faremo tante domande. Forse sarà tardi però.

Anche io mi ritrovo spesso a reiterare tante cose che avevo scelto in passato. Solo grazie al mio superpotere della consapevolezza ad infrarossi, riesco poi a staccarmi e valutare il da farsi, ma è dura.

Rompere gli schemi

Domani mattina svegliati presto, esci, respira, cammina, corri. Osserva, rifletti e vivi. Emozionati, e come mi ha detto ultimamente una mia amica ‘..prenditi del tempo per assaporare ciò che di bello la vita stessa ti offre gratuitamente‘. Svegliarsi presto pesa, come pesa fare la maggior parte delle cose che richiedono la nostra energia ed il nostro impegno.

Ma quando inizi a fare qualcosa, nel momento stesso in cui ti impegni definitivamente, si muove anche la provvidenza.

Ti auguro di fare tante cose ‘pesanti’, di correre fino a perdere il fiato. E quando sarai arrivato alla tua meta, potrai guardarti indietro e festeggiare la tua vita ed il tuo essere speciale.

Baciami adesso vita mia, voglio svegliarmi e non dormire più. 

A presto, che non sia tardi!

[pezzo consigliato dopo la lettura]
Share this Story

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

© Copyright 2018, Tutti i diritti riservati