24Ago

Razzismo al contrario

A volte il razzismo ha delle diverse connotazioni…

Premetto che, a prescindere dal sesso razza condizione o colore che sia, mi sento sempre in dovere di donare e non discriminare.

Questo mio atteggiamento crea un seguito di ambulanti presso la mia azienda tra cui Jasmine di cui vi voglio raccontare..

razzismo al contrario

Considerando la frequenza nel passare di questa ambulante Africana, un paio di settimane fa decisi, per aumentarle il contributo (beneficenza) e soprattutto la dignità , di farle raccogliere qualche foglia davanti le vetrine e nel piazzale davanti i miei uffici.

La prima volta accettò il compito e soprattutto il compenso di 10€ x un lavoro di 10min (1€ x min, mica male!).
Dopo circa una settimana, al suo nuovo passaggio, le riproposi la cosa e lei scocciata e perentoria mi disse ”Guarda che io vendo, queste cose non le faccio, puliscile tu le foglie!”.

Non voglio giudicare nessuno tantomeno Jasmine, ma la riflessione nasce spontanea:
Ci preoccupiamo di persone che forse non necessitano della nostra preoccupazione?

Inoltre, non sarebbe meglio preoccuparci di chi non può (realmente) aiutarsi da solo?

Non voglio generalizzare, è sempre sbagliato farlo. Vorrei solo portare la beneficenza ad un livello superiore di consapevolezza.

Forse m’illudo della possibilità di aiutare tutti a crescere e migliorarsi, ma sono ostinato a farlo. Per questo invito le persone nel dare il proprio contributo in maniera ampia.

Aiutiamo le persone a migliorarsi, aiutiamole a non aver più bisogno di noi.

E tu, come aiuti gli altri?

A presto, che non sia tardi!

[pezzo consigliato dopo la lettura]

 

Share this Story

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

© Copyright 2013, Tutti i diritti riservati