5Nov

Il Sacerdote con una dote

Ieri un prete, mentre trattavano in ufficio per un mezzo da destinare alla sua parrocchia, mi ha stupito per una sua forte affermazione…

Premetto che, nonostante ho una mia spiritualità e radicata etica, sono agnostico nei confronti di religioni e politica.

L’ecclesiastico asseriva, parlando della situazione del nostro paese, che in Italia ci sono le stesse probabilità che un operatore ecologico rubi scopa e paletta rispetto un politico che si appropri di soldi e servizi. Cambiano contesti e mezzi ma la solfa è sempre la stessa: siamo un riflesso di chi è al potere!

Non ho potuto che stringergli la mano e aggiungere che si lamentano solo quelli che non riescono ad alimentarsi del sistema corrotto: clientelismo, scorciatoie, mazzette, favori, raccomandazioni..

Stiamo facendo i conti con il nostro abusivismo, la spazzatura che abbiamo buttato fuori dalla finestra è ormai così tanta, che la puzza a breve ci impedirà di ignorarla!

E tu, ti lamenti e poi, a tempo debito, ti rivolgi al tuo ‘politico di fiducia’ o predichi bene e.. razzoli bene?!?

Share this Story

2 comments

  1. Amen fratello, io vado in giro a dirlo da anni! Il problema non sono i politici, ma i cittadini che lo votano. Per questo considero un irrimediabile ottimista chi crede che la colpa della rovina dell’Italia sia da dare a un solo partito o, peggio, una sola persona. Quella è una conseguenza del problema: la popolazione. L’italiano medio chiede a gran voce di ripulire la politica dai corrotti, poi è il primo che infrange la legge quando gli fa comodo.

    Per questo dal 2010 seguo l’unica corrente politica che ha senso in Italia: quella del non voto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

© Copyright 2013, Tutti i diritti riservati