12Mar

Rapporti veri o di convenienza?

Rapporti veri o rapporti di convenienza?
Vorrei prima capirne la differenza…

Convenienza? Dipende, la qualità o la paghi prima o la paghi dopo.

Alcune persone entrano nella nostra vita in maniera gretta e spesso invasiva, solo per colmare in modo fittizio quel senso di solitudine perennemente presente in noi esseri sociali. Arrivano con azioni grossolane e parole precarie. Potrebbero essere confessori/crocerossine, portatori di sesso, altruisti dispensatori di favori, personaggi da status symbol o donatori di alcunchè, ci siamo capiti.

Li notiamo, valorizziamo quel qualcosa di cui abbiamo bisogno che vediamo in loro, pensando che per questo, tutte le altre caratteristiche, a loro annesse, siano giuste ed in linea con noi, o potrebbero esserlo. Il nostro bisogno di essere amati è incontrollabile. Iniziamo a frequentarli e poi ci si accendono le spie dell’incompatibilità. Magari una frase che apre un mondo oscuro, una preferenza che non sopportiamo o abitudini di cose che assolutamente ripudiamo.

Di colpo qualcosa in noi cambia, incominciamo ad allentare il rapporto, stiamo conoscendo quella persona ma la nostra scalpitante consapevolezza ci urla: ‘lascia perdere!’. Non sarà mica che ti sei raccontato la storia del ‘forse questa persona è quella che mi spetta?!’. No cazzo, non ci spetta niente di meno di quello di cui necessitiamo veramente!

Meccanismi del genere accadono anche nei confronti dei soldi, del lavoro e di tutta la vita. Quello che ti racconti diventa la tua realtà:

quello che chiedi o non chiedi la vita ti darà!

Parliamo ora dei rapporti veri

I rapporti veri, quelle speciali, entrano in punta di piedi dalla porta secondaria della nostra percezione,in modo educato e spontaneo, e con la voce bassa ci parlano dentro. Si schiudono lentamente e rimangono per sempre nel nostro cuore.

Arrivano proprio quando non abbiamo bisogno di loro, per poi renderci conto che non ne possiamo più fare a meno. Che vita paradossale che viviamo.. E’ lampante quanto i bisogni impellenti spesso ci giocano brutti scherzi!

La verità, sovrana di un mondo perduto, nel tempo ha perso valore, passando alla mercé di un’era sterile. Tuttavia, pochi valorosi uomini pieni di principi, continuano imperterriti a vivere una vita rispettando l’autenticità delle cose e dei rapporti, tralasciando la convenienza a chi non è in grado di fare i conti con la vita. Certo, vivere nella verità ha un prezzo da pagare, prezzo che le persone moralmente in bolletta non pagheranno mai!

Quindi? Rapporti veri o di convenienza?!

La risposta è ovvia ma una cosa che di sicuro ho capito nella vita è quella di non presupporre mai niente. Ho creato per questo un mio personale acronimo della tanto amata pnl (nella versione originale NLP): Non Lo Presupponete. Quindi, se non lo presuppongo ve lo dico ora e continuerò sempre a dirvi tutto, anche le cose più ovvie.. Perché il grande problema è sempre quello di dare per scontato la stessa esistenza e vivere una vita a metà prezzo! 

A tal proposito, il mio caro nonno Nino mi ripeteva sempre:

Nino, vai con chi è meglio di te e fagli le spese!

Persone vere, rapporti veri, dove il presupposto è dare. Perché quando abbiamo la fortuna di frequentare esseri non contaminati dall’EGOismo e vivere relazioni autentiche, cresciamo e ci evolviamo. Di conseguenza il vantaggio sarà sempre maggiore di quando frequentiamo qualcuno per qualcosa e scendiamo a squallidi compromessi. Del resto, quando viviamo rapporti sterili, noi stessi diventiamo sterili.

A questo punto, vi prego di non credere a quanto detto, ma sperimentate sempre nella vostra magica vita. Torno a sperimentare, cazzo.

A presto, che non sia tardi!

[pezzo consigliato dopo la lettura]

 

Share this Story

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

© Copyright 2013, Tutti i diritti riservati