22Gen

Punta in alto ma guardati in basso

”Un giorno sarò e farò..”

Quel giorno arriva, festeggi qualche istante e poi, inizi di nuovo tutto da capo.
Di colpo hai la percezione di non aver fatto niente, la tua mente accoglie la novità, la trasforma in routine e sei di nuovo insoddisfatto e smanioso di raggiungere quello che ieri neanche riuscivi ad immaginare…

La felicità non è il fine, ma la strada che percorri per raggiungerla.

In molti confondono l’obiettivo con il vero risultato atteso.
Anch’io ho sempre messo come condizione della mia felicità, l’ottenimento di uno scopo ultimo.
Obiettivi su obiettivi, senza essere obiettivi sul vero obiettivo dell’obiettivo.
(scusate ma non resisto dal giocare con parole cariche di significato..)

Oggi, con molta consapevolezza, mi rendo conto che la felicità è la strada che percorriamo, grazie alla quale la nostra evoluzione ci porta magicamente dalla situazione attuale a quella sperata.

Solo il crescere della personalità può elevare la nostra evoluzione spirituale, sociale ed economica.
Purtroppo si è portati a pensare il contrario.

Ovvero, raggiungo l’obiettivo e cresco come persona.
No, se non cresci prima dentro, non vai da nessuna parte!

In passato ero smanioso di raggiungere grandi risultati, cercando tutte le scorciatoie possibili.
Per fortuna, ogni volta sbattevo contro la dura realtà che mi urlava:

non sei pronto Nino, devi ancora crescere! 

Lo stesso Harv Eker (uno dei pionieri mondiali sull’intelligenza finanziaria) dice, avvalorando la mia tesi:

‘il tuo reddito può aumentare solo al crescere della tua personalità”.

Per quanto sono orientato al pragmatismo e quindi alle azioni, oggi ho capito che prima di far succedere le cose, dobbiamo svolgere un grande lavoro introspettivo e rispondere alle giuste domande:

Chi sono io?
Cosa veramente voglio?
Di quali caratteristiche ho bisogno, per raggiungere quel determinato obiettivo che mi sono posto?
Quale persona devo diventare per fare quella specifica cosa?

Quindi, partire dalla mia persona per arrivare a quello che voglio.
Ma soprattutto, godermi il paesaggio mentre scalo la ‘montagna’.
Assaporare passo per passo l’aria che diventa più rarefatta,
le cose che rimpiccioliscono e noi che diventiamo sempre più forti e consapevoli!

Ringraziamo quello che abbiamo, quello che otteniamo e quello a cui ambiamo.
La vita è una cosa speciale, se la trattiamo speciale!

E tu, ti fermi mai a  guardare in basso?

A presto, che non sia tardi! N

Share this Story

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

© Copyright 2013, Tutti i diritti riservati