14Mag

Perché mi hai tradito?

-nel business come nella vita sentimentale-

”Non dovevi tradirmi, dove la ritrovi una come me?!”
”Forse non voglio proprio ritrovare una come te, altrimenti non ti avrei tradito”

”Non dovevi comprare altrove, dove la ritrovi un’organizzazione come la nostra?!”
”Non la ritrovo proprio, ho trovato di meglio, grazie”

La base del tradimento

Da uomo di business mi piace fare metafore con il lavoro, estendo quindi il concetto di tradimento. Cambiando quindi contesto, il tradimento ci può essere anche quando un cliente, dopo averti corteggiato, preferisce andare  dalla concorrenza.

Il grande problema di molti commercianti e amanti, nasce quando non ci si chiede il motivo di questo ‘tradimento’. Nel lavoro come nei sentimenti quindi, è indispensabile cercare le cause che determinano l’azione per il quale qualcuno sceglie qualcun altro. Il cosiddetto traditore preferisce di ‘consegnare oltre’ qualcosa per ricevere altro.

Lo stesso significato etimologico ne esprime la vera natura: tradire che in latino è tra-dere, significa consegnare oltre. La nostra connotazione nel linguaggio comune è di carattere inquisitorio e va di solito a minare un rapporto fiduciario costituito nel dare e avere. Ma questa è una mia personale disamina.

Il cliente consegna ‘oltre’ i suoi soldi in cambio di qualcosa di specifico che la concorrenza è disposta a dargli. Le dinamiche alla base di questo sentimento sono proprio create da quello che succede in una transazione commerciale, arricchita poi da tanti sentimenti.

L’unico modo per non essere traditi

Parliamoci chiaro, nella nostra esistenza ci sarà sempre qualcuno pronto a tradirci, come purtroppo potremmo farlo noi in molte occasioni. La buona notizia è che abbiamo la possibilità di fare in modo che questo non accada. O perlomeno, avere la coscienza a posto e fare la nostra parte.

Io penso che il tradimento è un chiaro segnale di un rapporto che manca in qualcosa. Magari uno dei due è cresciuto di colpo mentre l’altro rimaneva dal bancone del bar a guardare passivo. Forse ci si è trascurati, ingrassati, spenti, stanchi e goffi. Qualcuno dei due ha perso lo slancio nella stupida convinzione della sicurezza di un rapporto ufficializzato, cazzate. I divorzi per questo continuano ad aumentare.

L’unico modo per non essere traditi è quindi amare/dare ed essere amati/rispettati profondamente. Che tu sia un amante o un cliente, chiediti cosa stai  facendo per l’altra persona. Preoccupati di capire e comprendere, accettare e perdonare. Se poi il tradimento arriva, interpreta il suo profondo significato e decidi se scendere a compromessi o mollare tutto.

Nella vita sentimentale l’amore è l’unico vero sabotaggio nei confronti delle naturali pulsioni che tutti, nel corso della nostra vita, possiamo avere nei confronti di altre persone e tradire. Nel business invece, la capacità di dare ai propri clienti è l’unica vera leva per non sentire più  i fatidici ”ci devo pensare..”.

Ho avuto una illuminazione rappresentata da un proverbio nato ora dalla mia neurologia che voglio regalarti:

Tra-dire e amare c’è di mezzo la voglia di cambiare.

Adesso è proprio tardi, traditemi pure voi che tramate alle mie spalle, cercherò il significato e accetterò se mandarvi o meno a fanculo.

E tu, hai mai tradito?

A presto, che non sia tardi!

[pezzo consigliato dopo la lettura]

 

Share this Story

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

© Copyright 2018, Tutti i diritti riservati