31Dic

Gli occhi che ti porti dentro

A volte ci sentiamo soli, stanchi, troppo lenti e piccoli davanti ad una vita grande e grossa che non intende proprio aspettarci. La buona notizia è che non siamo mai soli…

Visoni da un tappeto magico

Sono sul tappeto, quello rullante. Fuori è tempesta. Corro anche l’ultimo dell’anno. Fuggo da pensieri che da sempre mi attanagliano e rincorro sogni più grandi di due maestose braccia spalancate, quelle di mio padre quando io ero piccolo.

Pronto a ‘rullare’ in crescendo, come mio solito, spingo oltre. Inizio a fissare i miei occhi, la pelle si scuote e mi accorgo che sto scendendo in profonda trance. Non arrivare ora a conclusioni del tipo ”Cambia pusher!”, lo cambierei pure, ma ho smesso da tempo anche ad incendiare coni di tabacco e cemento. Lasciami spiegare..

Gli occhi delle persone che ti porti dentro

Improvvisamente, nel bel mezzo di uno stato psicologico alterato da endorfine, fatica e azioni ripetute, rivedo gli occhi dei miei cari e delle persone che mi sono passate attraverso. Mi scorrono avanti e poi dentro, avanti e poi ancora dentro fino a rimanerci.  Gli occhi dolci di mia madre, quelli sicuri di mio padre, occhi stupiti di mio fratello, occhi affettuosi di mia sorella. Amici, conoscenti, persone illuminate che mi hanno irradiato della loro luce, tutti ora che si alternano fuori e dentro di me.

Perdo la concezione spazio temporale. Quell’iride che ride, la mia, che mi sta svelando magicamente altri globi oculari, ora è diversa. Non è più il mio solo specchio dell’anima, ma la sommatoria delle anime che mi porto dentro. Come se ogni volta che ci immergiamo in altri occhi ne prendessimo una parte. La luce, l’espressione, il ritmo oculare, il battito. E con questo anche la forza, l’impeto, l’eredità.

Siamo eredi delle persone che ci passano attraverso.

Tutte le volte che ci innamoriamo, che veniamo ispirati, educati, cresciuti e accarezzati. Immancabilmente, quando una persona cara ci viene a mancare, noi continuiamo a portare i suoi occhi custoditi nella parte più profonda del nostro essere.

Guardati dritto allo specchio e lascia brillare la tua anima, fai fluire tutti gli occhi che anche tu ti porti dentro. Lasciati illuminare dalla loro luce, perché quella luce ora ti appartiene.

Ti auguro di scoprire la tua forza, e capire che possiamo essere veramente grandi solo se permettiamo agli altri di entrarci dentro.

 

A presto, che non sia tardi!

 

[pezzo consigliato dopo la lettura]

 

Share this Story

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

© Copyright 2018, Tutti i diritti riservati