15Ott

Coltiva il piacere della tua vita

Ballare, cantare, recitare, correre o far correre, ridere o far sorridere, qual è il tuo piacere? Ma soprattutto, conosci il piacere della tua vita?

A tal proposito, ho scoperto cosa fanno le persone che vivono una vita di qualità..

La consapevolezza del piacere definisce il piacere stesso

Fino a quando non sarai consapevole del tuo piacere, non potrai viverlo pienamente.

Diamo per scontate troppe cose, a tal punto che ripetiamo sempre le stesse azioni, in maniera talmente alienante da perderne completamente il significato. Vivendo così la vita di qualcun altro, o quella che un giorno ci sembrava il migliore o l’unico modo di vivere che avevamo a disposizione. Perdendo il vero piacere, quello che ci faceva correre, ballare, cantare, far l’amore, ridere e urlare.

Ci baciamo distratti, abbracciamo senza stringerci, chiamiamo ‘amore’ per consuetudine, stringiamo mani fredde e scambiamo sorrisi carichi di ipocrisia. Dando per scontati rapporti, sentimenti e la cosa più preziosa che abbiamo: la vita. Illusi che il piacere ha un costo economico, e che ci divertiamo solo negli eccessi o solo quando ripensiamo al divertimento passato – ma che forse non abbiamo neanche realmente vissuto.

Ho scoperto che se sappiamo ascoltarlo, il piacere ci sussurra intorno. In ogni momento della giornata lui è sempre presente, ma se non gli presti attenzione diventa invisibile. E quando finalmente ti focalizzi su di esso, la tua vita diventa un’esperienza unica, una bella attesa, un lungo sospiro liberatorio, una scoperta continua.

Le persone più felici al mondo conoscono perfettamente i propri piaceri e li coltivano quotidianamente.

Perché la vita è un bellissimo orto da coltivare.

E quando domani aprirai gli occhi, scoprendo che ti sei svegliato ancora un altro giorno, allora sarai la persona più fortunata al mondo. Perché il semplice fatto di vivere, percepire, essere ed esserci, è il primo grande piacere di cui possiamo e dobbiamo godere.

E tu, cosa ti rende veramente felice? Quando sei spensierato? Cosa deve succedere per emozionarti e farti venire la pelle d’oca?

Torno ora al piacere di rileggere quello che ho scritto, nel piacere di credere che le mie parole ti scoveranno piacere.

A presto, che non sia tardi!

[pezzo consigliato dopo la lettura]

 

Share this Story

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

© Copyright 2018, Tutti i diritti riservati